Perché dobbiamo prendere sul serio la Repubblica Popolare della Chaz

John Horvat IIQuando il movimento eversivo Antifa, assieme ad altri gruppi militanti di sinistra, ha occupato sei isolati del Capitol Hill della Città di Seattle, i media hanno trattato il caso con leggerezza. Hanno descritto l’azione come una mera trovata di manifestanti dalle risorse limitate per attirare l’attenzione sull’oppressivo establishment. Molti conservatori ritengono che la Zona Autonoma del Capitol Hill (CHAZ) farà la stessa fine senza gloria del movimento Occupy Wall Street. Gli occupanti della CHAZ hanno già cambiato il nome in CHOP, che sta per Protesta organizzata del Capitol Hill. Altri invece pensano che questo gruppo misto di ragazzacci cresciuti male presto si stancherà dei loro divertimenti e che si scioglierà quando la spazzatura accumulata sarà tanta e il gioco si farà più duro.

Indipendentemente da come decidano di chiamarsi, questa volta c’è una differenza. Questi non sono bamboccioni impazziti e confusi. Sono rivoluzionari armati di pistola che possiedono un’agenda. Contano anche su una copertura mediatica illimitata che estende la loro influenza ben oltre il loro numero irrisorio. Pertanto, ci sono tre ragioni per cui l’insurrezione della CHAZ a Seattle deve essere presa molto sul serio.

 

Non sono manifestanti bensì rivoluzionari violenti

Il primo motivo per cui la CHAZ è pericoloso è che i suoi membri sono rivoluzionari violenti che stanno applicando la loro versione della lotta di classe replicandola in tutta la nazione. Questa non è disobbedienza civile, ma uno sforzo deliberato per sottrarre parti dell’America allo stato di diritto.

Questi attori violenti hanno dimostrato le loro intenzioni facendo piovere sassi, mattoni, bottiglie e persino esplosivi artigianali sulla polizia. Anche adesso, impediscono alla polizia di rispondere alle chiamate di emergenza nella loro area “occupata”, mettendo così in ulteriore pericolo la popolazione sequestrata. Trattarli con leggerezza come una reazione legittima serve solo a incoraggiarne la sua diffusione. L’unico modo per combatterli è privarli del loro palcoscenico.

 

Il ruolo dei rivoluzionari: rendere ragionevole il New Deal verde 

Il secondo motivo per cui la CHAZ va presa sul serio è per ciò che rappresenta.  Il ruolo di questi rivoluzionari non è quello di rovesciare il governo americano. Esso consiste nel proporre obiettivi radicali che magnetizzino l’opinione pubblica per facilitare una mobilitazione di tutta la società, in particolare dei moderati, verso un obiettivo rivoluzionario. Presentando un obiettivo radicale, i rivoluzionari violenti rendono più ragionevoli le proposte un pò meno radicali. L’estremismo degli attivisti della CHAZ mette il New Deal verde sotto una luce migliore. La CHAZ aiuta i moderati a digerirlo come il male minore. Questi centristi sono sempre disposti a cedere un po’ pur di evitare di perdere tutto.

L’agenda della CHAZ è una collezione dissennata di richieste impossibili: benefici gratuiti, nessuna prigione, polizia smantellata, politiche ecologiche e cittadinanza per i 22 milioni di stranieri illegali stimati nel paese. Le sue file radunano abortisti, attivisti LGBT, socialisti e qualsiasi altra causa di sinistra che si riveli ostile alla morale cristiana. Sono pericolosi a causa dell’obiettivo radicale che rappresentano.

Ma la CHAZ è anche pericolosa perché la creazione di una zona autonoma è un’azione simbolica. I simboli sono sempre stati una parte potente del messaggio rivoluzionario. Come un grande altoparlante, l’esistenza di un territorio “liberato” – per quanto limitato – che simboleggia l’utopia marxista di “fraternità e amore” proietta la voce e l’influenza dei rivoluzionari ben oltre il loro scarno numero. Crea un modello che potrebbe facilmente diffondersi in altri luoghi. L’unico modo serio per le autorità di combattere questa rivoluzione è privandola dei suoi simboli e così verrà ridotta alla sua reale insignificanza.

 

Il pericolo più grande: l’establishment sinistrorso 

L’ultima ragione per cui la CHAZ va presa sul serio è quella più importante. La preoccupazione maggiore dell’intera vicenda non sono i militanti rivoluzionari. Se fosse autorizzato, qualsiasi forza di polizia si occuperebbe senza troppa difficoltà di questo variopinto gruppo di radicali.

L’elemento più pericoloso in tutto il caso della CHAZ è l’establishment sinistrorso che facilita e legittima l’operato dei militanti radicali. Senza la complicità criminale delle autorità (vero abbandono del dovere) e l’offensiva propagandistica dei grandi media, gli episodi come la CHAZ finirebbero in un fallimento. Tuttavia, con il sostegno di figure di spicco, si possono realizzare le cose più audaci e grottesche.

Ad esempio, la CHAZ gode del sostegno del sindaco di Seattle Jenny Durkan, che ha paragonato l’occupazione a un grande happening il quale potrebbe dara avvio a un’altra “estate dell’amore”! Ha dato ordine alla polizia di ritirarsi e ha fornito servizi igienico-sanitari di base nonché altri servizi che mantengono la zona funzionante a spese dei contribuenti. Per mostrare il suo sostegno remissivo, si è impegnata a spendere 100 milioni di dollari nelle comunità delle minoranze e ha istituito una commissione guidata dalla comunità nera.

Al sindaco Durkan si affiancano il Governatore dello Stato, le celebrità dello spettacolo e altre note figure liberal. Questa sottomissione generalizzata è la forza principale del movimento della CHAZ, non i suoi anarchici e la corte dei suoi alleati.

 

La politica della resa

 Pertanto, sono i liberal sinistrorsi con la loro politica della resa il più grande pericolo per la nazione. Anche i media che dipingono favorevolmente gli esperimenti anarchici sono più pericolosi di quanto non lo siano i rivoltosi. Entrambi conferiscono loro legittimità; entrambi aiutano a diffondere la narrazione della lotta di classe, causa di tanta sofferenza in tutto il mondo.

Il modo più efficace per terminare l’esperimento è denunciare e smascherare questi facilitatori che si arrendono alle rivoluzioni, concedendo anche più di quello che i rivoluzionari richiedono. Ironia della sorte: le loro teste sono in genere le prime a rotolare quando, grazie alle loro debolezze, le rivoluzioni hanno successo.

La repubblica popolare della CHAZ è pericolosa e letale. Quegli americani che la prendono alla leggera lo fanno a proprio rischio e pericolo.

Fonte: Tradition, Family and Property, 18 Giugno 2020. Traduzione a cura di Fatima Oggi

© La riproduzione è autorizzata a condizione che venga citata la fonte.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Newsletter

Newsletter_left

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Archivi

Post Recente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.