USA: l’indottrinamento estremo della sinistra

Mi è capitato di rileggere un articolo di Louis Freedberg, pubblicato sul sito EdSource: Highlighting strategies for student success https://edsource.org/2020/president-trump-accuses-schools-of-extreme-indoctrination-of-children/635299. Il giornalista, legato ai Dem americani, critica il discorso di Trump tenuto al Monte Rushmore nel luglio 2020 riportando le parole del Presidente.

Trump  accusa le scuole di “indottrinamento estremo […] la nostra nazione sta assistendo a una campagna spietata per cancellare la nostra storia, diffamare i nostri eroi, cancellare i nostri valori e indottrinare i nostri figli. […] nelle nostre scuole, nelle nostre redazioni, persino nei nostri consigli di amministrazione, c’è un nuovo fascismo di estrema sinistra che richiede una fedeltà assoluta. […] Contro ogni legge della società e della natura, a scuola ai nostri figli viene insegnato a odiare il proprio Paese […]. La visione radicale della storia americana è una rete di menzogne, ogni prospettiva viene rimossa, ogni virtù viene oscurata, ogni motivo viene distorto, ogni fatto viene distorto e ogni difetto viene ingrandito fino a quando la storia viene cancellata e viene deturpata al di là di ogni riconoscimento.” Basterebbero questi ruggiti di Trump per rendere miagolii le parole dei nostri politici di destra.

Le arrampicate sugli specchi dell’editorialista Freedberg, che cercano di smentire Trump, sono rintuzzate dai lettori del sito  filo-Dem. Riporto quattro commenti, sufficienti per capire il livello di buon senso di molti giovani americani.

“In questo momento sono in settima elementare e ogni insegnante che ho avuto ha fatto politica di sinistra. Parlano sempre di come il loro presidente preferito sia Obama e che il muro di Trump è una barzelletta. Inoltre, confondono costantemente l’immigrazione legale con l’immigrazione clandestina.”

“I commenti di Trump al Mount Rushmore spiegano perché così tanti giovani marxisti bianchi privilegiati sono stati arrestati durante il BLM/Antifa, che ha sponsorizzato le manifestazioni e il saccheggio dei bianchi in tutta la nazione negli ultimi mesi.”

“Ricordo di essere stato costretto a guardare l’inaugurazione di Obama, ma ora mi dicono che gli insegnanti non hanno permesso agli studenti di guardare quella di Trump. Come può non essere una prova di discriminazione politica? Perché ai ragazzi viene insegnata una versione diversa della storia? Come mai i distretti scolastici gestiti dai Democratici hanno molti fondi, ma in qualche modo hanno un tasso di abbandono scolastico più alto rispetto alle scuole non governative?”

“Sono una liceale e da quando ero in seconda elementare ho notato che circa 1/4 di quello che ci insegnano in scienze e storia è propaganda per promuovere il punto di vista dei Democratici. […] quando abbiamo fatto un test sull’evoluzione la risposta “sbagliata” era che siamo nati tutti nello stesso momento e la risposta “giusta” era che ci siamo evoluti dai batteri.” (Da notare come la domanda “sbagliata” è più assurda di quella “giusta”.)

I Tg e i quotidiani italiani hanno parlato del discorso di Trump al Rushmore, ma solo sottovoce, forse per non stuzzicare troppo un centrodestra che su certi aspetti sembra navigare in alto mare. Perlomeno dagli anni sessanta l’istruzione e i media italiani sono in mano alla sinistra, e mi auguro che presto qualcuno affronti il problema dei problemi: un popolo ingannato non voterà mai per i propri interessi. Come più volte abbiamo visto, la tendenziosità di certi giornali, in primis il Corriere della Sera, la Repubblica, Il Fatto Quotidiano e Avvenire, ha raggiunto livelli vergognosi.  Se poi ai cittadini s’infondono sensi di colpa, quasi sempre infondati, è ovvio che il fine di questi giornalisti è quello di annichilire gli italiani.

Come abbiamo visto i Palamara sono presenti nelle istituzione italiane che contano e, ad occhio e croce, sembra che siano anche nell’Ordine dei Giornalisti. Un giornalista che assolve o oscura i crimini quotidiani degli immigarti irregolari e amplifica i crimini di qualche balordo italiano, non informa ma inganna. Secondo il codice di deontologia un giornalista di tale miseria intellettuale andrebbe radiato dall’albo. E invece, grazie alla mano longa della sinistra, a partire dalla RAI, occupano i gangli mediatici più ambiti.

Il filosofo e saggista Marcello Veneziani conferma quanto dichiarato dal presidente degli Stati Uniti. Nel suo articolo intitolato “La sinistra è una cupola”, senza mezze misure, scrive: “La sinistra è un’associazione di stampo mafioso che detiene stabilmente il potere e lo esercita forzando la sovranità popolare, la realtà della vita e gli interessi della gente.”

Invito i genitori a dare un’occhiata ai libri di testo dei propri figli, maggiorenni o meno. Io l’ho  fatto alcuni anni fa, e la situazione probabilmente è peggiore di quella americana.

In una scuola media statale non mancano riproduzioni e disegni fatti dai ragazzini che rappresentano lo schiavismo operato dai massoni europei. Ma ai giovani studenti viene detto che erano uomini bianchi, magari cristiani. Sulle scale interne di un’altra scuola, nel primo scalino, a caratteri cubitali, si trova scritto Rispetto, nel secondo scalino Amicizia, seguito da Tolleranza, Inclusione, Lealtà, Amore, Cortesia e, nell’ultimo scalino, Pace. Si tratta delle famose parole talismano. Ogni mattina e pomeriggo gli allievi vengono robotizzati mentalmente, libro dopo libro, immagine dopo immagine, scalino dopo scalino… A prima vista ispirano buoni propositi, ma in realtà mirano a cancellare l’identità, la reattività e la storia italiana. Per la vera storia dello schiavismo, una sintesi qui: https://www.marcotosatti.com/2019/08/11/nobile-lo-schiavismo-islamico-oscurato-dalla-massoneria/

Appena sentite dire una di queste parole talismano traducetele simultaneamente come: vergognati della tua cultura, tu sei egoista e cattivo, mentre lo straniero è buono, specialmente il musulmano. Se poi è nero, è il più buono di tutti. Per sfatare questi paradossi consiglio di leggere questo articolo:  ttps://www.marcotosatti.com/2020/06/25/nobile-i-blm-sanno-che-in-africa-gli-schiavisti-sono-i-neri/  In realtà i buoni e i cattivi non hanno nazionalità o colore, mentre i principi culturali e religiosi possono essere umani o disumani.

Oggi il centrodestra sembra andare a gonfie vele, ma senza gli arrivi e i crimini degli immigrati irregolari Salvini e la signora Meloni probabilmente sarebbero condannati all’opposizione perpetua. Non si può più parlare solo di problemi congiunturali mentre le macchine da guerra mediatiche e scolastiche stanno devastando le menti dei nostri figli e dell’intera società.

Quando una scuola, un presidente della Repubblica e un papa parlano ossessivamente di inclusione e di spalancare le porte all’immigrazione musulmana, attuano un vero e proprio lavaggio del cervello. Se non reagiamo al più presto i nostri figli, privati d’identità e annichiliti dai sensi di colpa, per redimersi dal male fatto dai propri antenati perseguiteranno la famiglia naturale e regaleranno le proprie abitazioni a chiunque non sia italiano. Spero di esagerare, ma la strada intrapresa dalla sinistra, che sovvenziona gli immigrati irregolari mentre milioni di famiglie italiane vivono nella precarietà, porta dritto a queste conclusioni.

Fonte: Stilvm Curiae – Marco Tosatti, 20 Settembre 2020

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Newsletter

Newsletter_left

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Archivi

Post Recente

COVID e crisi della famiglia

Se la famiglia avesse conservato la sua struttura naturale e tradizionale, invece di essere sconquassata dalle tendenze moderne, la pandemia da COVID-19 non sarebbe stata

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.